Celiachia: che cos’è, sintomi e rimedi.

giugno 6, 2016 10:37 pm Pubblicato da Lascia il tuo commento
celiachia-cause-rimedi

Celiachia: che cos’è, sintomi e rimedi.

La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine. Il glutine è il fattore scatenante della malattia celiaca ed è la componente proteica che si trova nel frumento, la quale consente a farina e acqua di legarsi insieme e dare vita a un impasto elastico e quasi  gommoso. Questo termine si chiama proprio agglutinazione e si trova nel frumento comunemente chiamato “grano”, ed in altri cereali, ad esempio farro, orzo, segale, avena, kamut (grano egiziano), spelta, triticale, bulgur (grano cotto), malto, seitan (alimento ricavato dal glutine).
La celiachia è una patologia autoimmune, chiamata anche morbo celiaco, enteropatia immuno-mediata, sprue celiaca o enteropatia glutine-sensibile. “Enteropatia” significa malattia dell’intestino. È infatti l’intestino del celiaco che non riesce ad assimilare il glutine, che quindi viene considerato un agente tossico.
Per un celiaco ingerire glutine vuol dire attivare in maniera anomala il sistema immunitario che risponde rifiutando il glutine e danneggiando quindi l’intestino.
Le pareti dell’intestino (ossia la mucosa) sono formate da miliardi di villi, piccole strutture sottili e allungate che formano tra di loro delle anse. Questa particolare conformazione permette l’assorbimento delle sostanze nutritive.

Nei celiaci invece, la reazione della mucosa intestinale appiattisce queste anse causando quindi malassorbimento. Si dice infatti che i villi si “atrofizzano”, ovvero la mucosa si appiattisce e non fa più il suo lavoro di assimilazione dei nutrienti (ferro e altri minerali, vitamine, zuccheri, proteine, grassi, etc).
La celiachia non è causata esclusivamente dal glutine, ma anche da alcuni fattori genetici.
Essa è infatti una delle malattie genetiche più frequenti. In particolare il complesso HLA-DQ2 e HLA- DQ8 è fortemente associato alla malattia celiaca. Questo non significa che chi possiede questi geni necessariamente sia celiaco, ma semplicemente ha la predisposizione a sviluppare la celiachia.
La celiachia è una malattia ambigua, dai sintomi variegati, che di tanto in tanto creano un po’ di confusione. Interferendo con l’assorbimento dei nutrienti va a colpire organi e tessuti determinando varie conseguenze negative. Per questo motivo viene classificata in differenti tipologie cliniche a seconda dei sintomi che presenta.
In molti casi, per esempio, i sintomi sono molto lievi, tanto che il paziente può convivere con questi problemi per tanto tempo senza rendersi conto che effettivamente qualcosa non va. Questa anomalia è detta celiachia silente.
Elenchiamo i sintomi spesso correlati a questa malattia:
•    Anemia da insufficienza di minerali o vitamine;
•    Aftosi orale ( formazione di placche rotondeggianti sulle mucose orali);
•    Osteoporosi precoce, per malassorbimento di calcio e carenza di vitamina D;
•    Cefalee e debolezza;
•    Gonfiore addominale, crampi, colite e diarrea
Ad oggi, purtroppo non esiste una cura vera e propria per la celiachia, ma è possibile attraverso un’alimentazione adeguata controllarne i sintomi migliorando così il proprio stato. L’unica terapia valida per la celiachia è una dieta assolutamente priva di glutine, che deve essere seguita con rigorosità, in quanto bastano quantità minime di glutine per impedire il miglioramento istologico. L’alimentazione priva di glutine deve diventare uno stile di vita da seguire sempre.
I rimedi naturali sono di supporto e di aiuto per alleggerire i sintomi della celiachia.
Esistono delle sostanze completamente naturali in grado di sostenere chi soffre di celiachia: la tintura madre di echinacea che rafforza il sistema immunitario, il succo estratto dalle foglie di aloe vera ha un’azione antinfiammatoria e rigenerante dei tessuti, la malva, sia in tintura che tisane sfiamma l’intestino e ne regola le funzioni con azione emolliente ed antinfiammatoria.
Anche i fiori di Bach possono venirci in aiuto, la scelta del rimedio floreale adatto dipende dalla persona e da come si pone rispetto al disturbo: Scleranthus indicato per le fasi intermittenti della malattia, per l’alternanza del dolore; Star of Bethlehem se la diagnosi di celiachia viene vissuta come momento drammatico; Walnut indicato nei momenti di cambiamento, aiuta ad adattarsi alla nuova alimentazione.
Recenti studi hanno dimostrato quanto sia importante il ruolo dello sport nel trattamento della celiachia, che si basa prevalentemente sulla correzione della dieta. Nei celiaci che praticano attività fisica, è stato possibile riscontrare una notevole riduzione dell’intensità dei sintomi legati a questa patologia ad esempio cefalee, affaticamento, dolori muscolari e articolari.

 

Puoi trovare uno spunto interessante sulla celiachia e sul mondo del biologico guardando questi due video del nostro canale Youtube:

Celiachia ed intolleranze alimentari: https://www.youtube.com/watch?v=cHD7Fuc8n9s&list=PLagYGFiu4laspkyj2W8udGk-uYJE0bBwn

Perche Bio?: https://www.youtube.com/watch?v=CpXy8unUew4

oppure puoi cercare tra i nostri prodotti in vendita quelli di tuo gradimento:

Sezione cosmetici biologici: https://terrapura.bio/it/93-Cosmetici

Terrapura: Cibo biologico a Livorno

“Mangiare biologico e pensare olistico per vicere in armonia con l’ordine naturale delle cose”

Seguici su:

Facebook: http://on.fb.me/1QJDxOK

Youtube: http://bit.ly/24zyo68

Google Plus: http://bit.ly/24zyryX

PInterest: http://bit.ly/1XYHFA6

Negozio online: http://bit.ly/1LThioa

Tag: , , , , , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da terrapura

copyright © 2018 PrestaShop blog by Inveo

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client0/web5/web/modules/psthemeprovider/pkgs/ThemeProviderFree-guard-56.php on line 2467