Nutrimento: il corpo come una macchina

Febbraio 23, 2018 12:12 pm Pubblicato da Lascia il tuo commento

Qualsiasi essere animato e vivente del pianeta terra funziona con la stessa dinamica.
Un motore ha una bocca di ingresso per il carburante ed una pompa di scarico per i residui. Così l’essere umano funziona nella sua anatomia perfettamente. Vediamo l’individuo esattamente come una macchina che deve funzionare e produrreAnalizziamo la parte fisica. Sulla parte alta troviamo un ingresso chiamato bocca per  accogliere carburante ‘cibo e liquidi’ che alimentano e nutrono la struttura interna, muscoli, tessuti, nervi, ossa , cellule ecc, veicolati da strade, (vene, capillari ecc) che percorrono tutto il corpo. Miliardi di piccoli fori (pori) permettono l’evaporazione, la sudorazione, il ricambio per mantenere sempre la macchina ad una temperatura perfetta. Per effetto della forza di gravità tutto scende verso il basso, due aperture permettono la fuoriuscita dei liquidi residui e dei solidi espulsi come sostanze tossiche non più utili alla funzionalità della macchina.

 

La differenza tra una macchina meccanica, costruita dall’uomo per i diversi usi (ideata sempre con gli stessi principi di assimilazione del carburante ed espulsione), e la ‘macchina’ animale/umana pensante è di proporzioni quantiche. La respirazione, apparentemente funzione ovvia e scontata è il veicolo di scambio tra l’esterno e l’interno, ma non solo, quando il respiro viene osservato dalla mente pensante accade il processo alchemico, l’aria si trasforma in propulsione energetica. Ed entra in vibrazione con la coscienza interiore, con l’anima e le sue espressioni sottili, il corpo etereo. Il prana, energia vitale può essere gestito, modulato, veicolato, canalizzato, e può divenire la chiave di volta, da essere animale/umano pensante a essere di Luce/Spirituale. In questa nuova visione l’uomo cessa di essere materia, pur mantenendo le caratteristiche, per divenire espressione di Luce Pura. In questa nuova realtà analizziamo i portali di accesso.

 

Gli occhi sono strumento di assimilazione di immagini esterne per accrescere l’esperienza della vita terrena, la bellezza e le distorsioni create dalla illusoria proiezione dell ego. La bocca è passaggio per nutrire il corpo, per continuare a crescere l’esperienza terrena ed  addivenire  alla  più elevata consapevolezza. Il naso è il fondamentale meccanismo di assimilazione e trasformazione dell’aria materiale in energia sottile per nutrire il corpo celeste, etereo, animico di Luce che è presente in ogni essere in VitaI pori della pelle rappresentano altri piccoli ingressi di assorbimento di prana più sottile. Le orecchie alimentano attraverso la percezione dell’organo dell’udito la possibilità di entrare in armonia con i suoni prima grossolani, poi vibrazionali, per accedere al silenzio del suono cosmico.

Nutrimento quindi, come processo evolutivo, rituale fisico/meccanico/gastrico/energetico/spirituale. Alla luce della nuova coscienza evoluta e spirituale, la macchina pensante umana castrata della sua identità, cede il passo alla apertura della ghiandola pineale, la quarta dimensione prepara l’accesso alla quinta dimensione.

 

Simonetta Garzelli

 

 

 

 

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da terrapura

copyright © 2020 PrestaShop blog by Inveo

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client0/web5/web/modules/psthemeprovider/pkgs/ThemeProviderFree-guard-56.php on line 2467